Vivere a Madrid : I Bar

Ohibo’, quasi due mesi che vivo in quel ridente paesino chiamato Collado Villalba.

2 mesi di cambio casa, di gatti che si devono abituare al divano casaLINGUO, di vicini peruviani con la figlia di circa 4 anni che si diverte a ogni ora del giorno e della notte a far presente , urlando come pappalardo : e lasciami sfogareee, e lasciami gridareeee io senza defecare non so stareeee

Serate fatte di internet, per vedere le serie tv in inglese, alla faccia di questi spagnoli e i loro milleduecentoventidue dialetti, di giretti a visitare quello che NON C’E’ a collado, ovvero fumetterie, pornoshop, negozi di articoli religiosi e tanto altro.

Esistono pero’ mille e mille pub, bar, di varia specie e di varia fattura e fattucchiera.

Ah, prima che pensiate male…il caffe’ qui fa schifo…qui lo bevono in un modo che noi italiani ci dobbiamo trattenere dal non menarli : cafe’ con la leche fria ( praticamente un beverone di caffe’ mischiato a un latte freddo freddo che fa felici le toilettes dei bar e specie di chi, forse, li dovra’ poi pulire ),  cafe’ doble ( praticamente sempre il beverone, ma con la genialata o genitalitata di latte freddo e caldo assieme, sempre per correre al cesso e fare gare strane con quello della leche fria, cafe’ ( solo beverone perche’ gia’ fa schifo il caffe’ qui, e giustamente berselo nudo e crudo fa ancora piu’ kamikaze giapponese ).

Morale sti bar…io vado per pigrizia al 100 montaditos, una catena che qui va per la maggiore…perche’ e’ moooooolto economica.

Una Jarra ( tipo una media ) alla cifra assurda di 1.5 euro.

Parlando, oddio mimando a gesti tipo quei giochi tristissimi di capodanno in cui devi indovinare la frase o il film, mi han chiesto se in Italia questa catena avrebbe successo.

Ovviamente no…figurati…mi immagino a Milano la birra a 1,5 euro.

Nell’ordine entra lo scappato da bosnia, che spende tutti i soldi raccattati dicendo che sua figlia una volta si chiamava enrica, ora a causa della guerra si chiama gianfranco e come successe 2016 anni fa, senza aver fatto nulla si e’ trovata/o incinto di 322 gemelli…vedi un po’ la storia come ciclicamente si ripropone…

Poi entra il marocchino che tenterebbe di scambiare 10 favolosi accendini scarichi e pericolossimi con una jarra di cerveza e un tinto de verano, poi entra il filippino…che appena vede un posto a sedere libero e’ proprio nella sua natura correre e accaparrarselo, e poi in un linguaggio simile a una lingua ancora da inventare chiedeLEBBE il bagno e la CELVEZA, per poi avere anche la doggy bag poiche’ delle 322 che ha bevuto, nell’ultima mancava ancora un dito…mica si puo’ sprecare.

Poi entrerebbero infine l’italiano, che urlando per fare lo zampetti di turno : ue animali, oggi il giro di birra lo pago io …taaaac…ovviamente sarebbe o solo o al peggio con un amico trovato su facebook di qualche gruppo tipo : sei di catanzaro se ti sei trasferito a Milano per fare il driver alle modelle di serie z con la gamba di legno, e infine il classico arabo o giu’ di li, che dato che al suo paese non puo’ bere, qui pensa bene di diventare fruitore del luppolo, per diventare mister arabia in coma etilico e molestatore di donzelle nonche’ pisciatore di portoni 2016

Dicono che tutto il mondo e’ paese, che il paese e’ piccolo e la gente mormora…quindi il mondo mormora…cosa dice ? semplice : ue testina…la jarra stasera la pago io …a te e all’ingrifone…ma questo lo racconto domani come nuova figura mitologica dei bar spagnoli !

Commenta per primo

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: